Your web browser does not support iFrames. È il primo caso di taglio del rating del debito USA nella Storia.[20]. 3 di 3. La Banca d’Italia ha diffuso la Relazione annuale 2019 e le previsioni per il 2020, i dati confermano il notevole incremento del debito pubblico ed il forte calo del Pil. In Italia tali provvedimenti economico-finanziari a tal fine sono specificati all'interno di documenti contabili-finanziari quali la legge finanziaria o espressi all'interno di programmi di più lunga durata come il DPEF. In questo modo l'andamento del debito pubblico è legato alla crescita della ricchezza reale della nazione e si dovrebbe evitare quanto accadeva in passato, quando lo Stato doveva contrarre debiti non per poter effettuare investimenti produttivi che avrebbero arricchito il Paese, ma per ripagare i detentori di titoli quando le tasse sul reddito prodotto da cittadini e imprese non fornivano un gettito sufficiente allo scopo. Italia Governo Ultimo Precedente Massima Più Basso Unità; Debito pubblico (% del PIL) 134.80: 134.80: 135.30: 90.50: Percentuale Cfr. In tal caso il rapporto debito/PIL decrescerà rapidamente fino ad annullarsi, abbattendo il rischio insolvenza. In seguito alla crisi petrolifera, il debito ricominciò a crescere sino al 45% del PIL. Secondo le previsioni della Banca d’Italia ‘il disavanzo del 2020 e quello del 2021 saliranno rispettivamente di circa 8 e 4 punti percentuali’. Il debito pubblico USA, al 28 febbraio 2011 aveva raggiunto la cifra di 14.194,76 miliardi di dollari, massimo storico assoluto,[14] con un aumento, nei precedenti tre anni, al ritmo di 1.000 miliardi di dollari ogni sette mesi circa. Nel 2005 il debito ha toccato il suo massimo: 244 miliardi di franchi, pari al 52,6% del PIL. L'importo massimo delle uscite totali da stanziare nel preventivo dipende dalle entrate totali stimate, tenuto conto della situazione economica. Il debito pubblico del Giappone è previsto in crescita fino a un nuovo livello record di 13.500 miliardi di dollari, a causa degli sforzi per la ricostruzione post-terremoto. The video cannot be shown. Lemma, The Derivatives of Italy, in Law and economics yearly review, 2013, p. 480 ss. LIBERISMO E INDIVIDUALISMO: I REGALI DI NATALE AL COVID, Sanità dimezzata. La dichiarazione del Partito Socialista moldavo al rifiuto della vincitrice delle elezioni Maia Sandu, di assumersi la responsabilità del governo. La spesa per interessi per il 2012 è pari a circa 86 miliardi di euro . Naturalmente interverrà la censura, ma arriverà il momento del voto prima o poi, Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Per capire cosa sia successo in quel ventennio occorre fare un piccolo passo indietro e tornare agli anni ‘60, quelli della fine del “miracolo economico”. Nel 2001 il parlamento, visto il messaggio del Consiglio Federale del 5 giugno 2000, ha approvato il decreto federale sul freno all'indebitamento[27] (sottoposto a referendum obbligatorio in quanto modifica costituzionale). Gli effetti della pandemia sui malati “non-Covid”. Daniela La Cava 16 novembre 2020 - 11:14. Più che il valore assoluto del debito, un importante indice della solidità finanziaria ed economica di uno Stato (come prescritto anche nel caso del Patto di stabilità e crescita vigente nell'Unione europea) è il rapporto tra il debito pubblico e il Prodotto interno lordo, in quanto il PIL in questo caso rappresenta un indice o parametro di quanto lo Stato è in grado di risanare il proprio debito pubblico tramite ad esempio imposizione fiscale e relativo gettito fiscale. In linea teorica un debito interno è preferibile a un debito estero in quanto i capitali investiti/prestati una volta restituiti possono tornare più direttamente all'interno del sistema economico del paese stimolando i consumi ovvero la domanda e quindi la crescita economica stessa. Si tratta di un'opinione in linea con i risultati di una fiorente letteratura empirica che mostra l'esistenza di una correlazione negativa tra debito pubblico e crescita economica. Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore. Il 12 luglio 2011 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama dichiarò in un'intervista a Cbs News che non poteva garantire che i pensionati avrebbero ricevuto gli assegni della pensione dopo il 3 agosto se democratici e repubblicani non trovavano un accordo per alzare il tetto del debito nelle prossime settimane. L'esigenza di tenere sotto controllo l'espansione del debito pubblico ha quindi due principali motivazioni: In generale dunque per la riduzione della crescita del debito si può agire puntando sul risanamento dei conti pubblici ovvero alla riduzione del deficit pubblico attraverso politiche di bilancio pubblico di tipo restrittivo ovvero con tagli alla spesa pubblica e/o con un aumento delle entrate statali sotto forma di prelievo fiscale, maggiore recupero di denaro da evasione fiscale, privatizzazioni di enti e proprietà pubbliche, condoni ecc. Il debito delle Amministrazioni pubbliche consiste nell’insieme delle … [15] Uno studio a lungo termine del debito pubblico USA da parte dell'Ufficio Bilancio del Congresso USA prevedeva per gli anni da venire una crescita così spropositata che si può arrivare a parlare di pericolo di bancarotta per gli USA[16] Può essere interessante osservare sia la crescita negli anni dei Titoli di Stato sia l'allungamento della loro durata. [29] Questo meccanismo ha permesso alla Confederazione, per esempio, di accumulare eccedenze fra il 2001 e il 2008 (anno in cui l'economia svizzera è cresciuta del 3,3%) e di varare spese straordinarie per far fronte alla grande recessione (quando sono stati spesi, fra il gennaio 2009 e il gennaio 2010, 2,2 miliardi di franchi supplementari per rilanciare l'economia e mantenere elevata la spesa nella ricerca e sviluppo).[30]. Si noti che i salvataggi degli Stati in difficoltà non sono stati generosi regali, ma hanno comportato severissime misure di fiscalità e riduzioni di spese interne in corrispettivo della concessione dei prestiti, prestiti che pure sono stati comunque concessi a tassi elevati e non a costi simbolici. Anche altri soggetti pubblici (Regioni, Province, Comuni, Stati federati ed Enti pubblici vari) possono emettere titoli di credito rappresentativi del proprio debito, con circolazione dei titoli sia interna che estera[1]. del debito pubblico italiano 7 Uno schema sulle modalità di riduzione del debito pubblico 10 Un approccio multimodale applicabile al caso italiano 11 L’imposta patrimoniale italiana 16 Conclusioni 21 Bibliografia 22 Il rapporto debito/PIL dall'Unità d'Italia … Cfr. Lo rileva Bankitalia nella pubblicazione statistica "Finanza pubblica: fabbisogno e debito… La spesa per gli interessi corrisposti ai detentori delle obbligazioni statali è detta "servizio del debito" e costa all'Italia circa 80 miliardi di euro annui[3]. Gli articoli … Con riferimento al rapporto tra il debito pubblico e il Prodotto interno lordo, ci sono quattro possibili situazioni in cui può trovarsi lo Stato in un determinato anno: La maggior parte dei policy-makers sembra ritenere che il debito riduca la crescita economica. Bond emergenti in valuta locale: 5 motivi per non trascurarli. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 15 dic 2020 alle 14:10. Sul mercato EuroTLX, accessibile agli investitori italiani, sono attualmente trattate 3 obbligazioni Argentine, due in Euro con scadenza nel 2038 e una in USD con scadenza nel 2038. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Press Release no. .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}Recentemente[non chiaro] l'Argentina ha dichiarato un altro default sui titoli INDEC di cui sopra tramite un'abile manipolazione dell'indice di riferimento dei prezzi su cui sono calcolate le cedole: così il paese è riuscito a pagare lo 0,5% sui titoli, un rendimento di fatto negativo che riduce in pratica il capitale investito dai risparmiatori. Anche la Germania, per evitare il default, ottenne nel 1953 la cancellazione di metà del suo debito da parte di 21 paesi occidentali, confermata poi nel 1990 dopo che la riunificazione tedesca avrebbe annullato la cancellazione di quarant'anni prima. Buona parte del debito pubblico grava entro i confini nazionali, ma una quota consistente pesa anche sulle spalle di istituzioni estere: secondo i dati di Via Nazionale, a ottobre 2018 il 69,9% del debito era suddiviso tra la stessa Banca d’Italia … Nel 2012 la Grecia, durante la sua crisi economica, ha concordato con i rappresentanti di banche e istituzioni europee una "ristrutturazione" del debito consistente in un forte taglio al capitale e una dilazione delle scadenze. L'accordo prevedeva un aumento del tetto massimo del debito pubblico pari a una cifra che nei mesi seguenti potrà raggiungere i 2.500 miliardi di dollari, e tagli alla spesa pubblica per somme equivalenti ai sopracitati aumenti della soglia di indebitamento. L', Se le uscite totali risultanti dal conto di. Il Congresso nei giorni precedenti alla scadenza del 2 agosto cercò soluzioni che potessero aumentare la liquidità del Minnesota in modo tale da uscire dalla situazione di "Shut Down". A fronte di tal possibilità vi sono le regole contabili dell'ESA ed altre disposizioni regolamentari volte ad evitare che i derivati incidano sulla procedura per deficit eccessivo prevista dal Trattato di Maastricht. Le agenzie di rating al mondo forniscono le loro valutazioni (rating) sulla solidità finanziaria anche degli Stati, intese come capacità dello Stato in questione di ripagare o far fronte al proprio debito pubblico o equivalentemente il rispettivo rischio di credito, fornendo indici di maggiore o minore fiducia presi a riferimento dagli investitori nei confronti dell'emissione di titoli di stato del paese. La Banca d'Italia elabora, sulla base delle regole statistiche fissate in ambito europeo, il debito delle Amministrazioni pubbliche. Il peso relativo dell’incremento del debito sarà diverso a seconda del ceto sociale di appartenenza, Romania: socialdemocratici primo partito, ma il governo sarà di destra, Moldavia. Banca d'Italia, Finanza pubblica, fabbisogno e debito - Maggio 2011. Debito La Banca d’Italia elabora, sulla base delle regole statistiche fissate in ambito europeo, il debito delle Amministrazioni pubbliche (cosiddetto “debito di … Il rapporto debito pubblico/Prodotto Interno Lordo del Giappone è il secondo più alto del mondo, a circa il 200% del Pil. Al 25 luglio 2011 non era ancora stata trovata una soluzione all'interno del Congresso, poiché le posizioni dei democratici e repubblicani rimanevano fermamente contrapposte: i primi avrebbero visto come soluzione temporanea l'aumento delle imposte derivate da redditi elevati; i secondi vedevano come via maestra il taglio della spesa pubblica. Wall Street Italia- 5 ore fa. La crisi causata dal Coronavirus è la più grave dalla Seconda guerra mondiale. Il debito pubblico rappresenta il debito di un determinato Stato nei confronti di soggetti “economici”.. Questi ultimi … Negli anni novanta il debito pubblico svizzero ha ricominciato a salire. Secondo le prospettive economiche dell’Ocse pubblicate oggi a Parigi l’Italia dovrebbe registrare nel 2020 una … La crescita economica e l'incremento del PIL hanno permesso di riportare il debito pubblico al 32% del PIL nel 1990.[24]. Ma il problema sembra porsi anche per altri Stati, come la Polonia e l'Ungheria, senza esser ancora del tutto risolto per la Spagna e l'Italia, la quale del resto è riuscita a risolvere al proprio interno il problema (come dopo essa la Slovenia), senza prestiti esteri, ottenendo anzi a fine maggio 2013 il riconoscimento della propria correttezza nei conti pubblici con la chiusura della procedura di infrazione UE per deficit eccessivo, in sospeso restando il problema della riduzione dell'eccessiva entità del debito pubblico italiano, rinviato al prossimo futuro. Viceversa un aumento della spesa pubblica fa crescere il PIL e il numero di occupati e fa decrescere il tasso di interesse, pertanto il rapporto Debito/PIL tende a diminuire. Roma, 16 novembre 2020 - Il debito pubblico italiano segna un nuovo record. Debito pubblico italiano, nuovo record a settembre 2020 Secondo quanto comunicato dalla Banca d'Italia al 30 settembre 2020 il debito pubblico aveva sfiorato i 2.583 … Da segnalare inoltre che nei giorni precedenti alla scadenza del 2 agosto il governatore dello Stato del Minnesota, Mark Dayton, aveva ufficialmente dichiarato il default dello Stato federato[18] (anche chiamato dal popolo americano Shut Down, chiusura). Il governo argentino, nell'ambito della sua crisi economica a cavallo degli anni 2000, ha rifiutato di pagare i detentori di titoli e ha cambiato moneta, togliendo al peso argentino corso legale. Il debito pubblico del Giappone non ha pari nel mondo: nel 2019 ha raggiunto il 240 % del Pil, creando così un “paradosso giapponese”, debito elevato, ma pochi rischi. La prima è di carattere finanziario e attiene alla difficoltà di finanziare il debito pubblico quando questo cresce troppo velocemente rispetto al PIL. [43], Il finanziamento con tagli e imposte, e lo spiazzamento, La struttura del debito pubblico in Italia, Il debito pubblico negli Stati Uniti d'America, Il freno all'indebitamento nella Confederazione elvetica, Crisi del debito degli Stati sovrani dell'eurozona, Cronologia del decreto federale sul freno all'indebitamento. Oltre al forte indebitamento dello Stato, il 2010 ha segnato i massimi storici per l'indebitamento degli enti locali (Comuni e Province), con un debito pro-capite di 1300 euro pari al 3,9% del PIL. Confindustria Macerata Guzzini: “Le persone sono stanche di questa situazione e vorrebbero venirne fuori. Questi i dati di una analisi del Centro studi di Unimpresa, secondo cui a settembre il debito pubblico italiano si e' attestato a 2.582 miliardi, a fine 2019 era a 2.409 miliardi, a fine 2018 a 2.380 … La presenza di un debito pubblico all'interno del bilancio dello Stato pone il problema del controllo stretto sulla sua espansione e del relativo rischio di credito: tale processo di copertura parziale o totale di debito e relativi interessi è detto finanziamento del debito ed è comunque in dipendenza dell'andamento del rapporto debito/PIL per l'analisi vista sopra. Appare evidente pertanto che nell'ipotesi che risulti soddisfatta la disequazione (1) lo Stato prima di perseguire un'eventuale diminuzione della spesa pubblica dovrebbe compiere delle politiche di incentivazione all'investimento in economia reale e penalizzare la propensione marginale al risparmio in modo che la disequazione (1) non risulti soddisfatta. In alternativa si può finanziare il debito con il debito ovvero con l'emissione di nuovi titoli di stato con l'inconveniente però di aumentarne il rendimento atteso dal finanziatore/investitore e quindi la spesa per interessi. In caso di fabbisogno finanziario eccezionale l'importo massimo di cui al capoverso 2 può essere aumentato adeguatamente. Solo la Slovenia ha rifiutato i prestiti per l'eccessività delle condizioni imposte ed è riuscita a risolvere internamente il problema. Il "servizio del debito" costava annualmente alle casse pubbliche elvetiche 7 miliardi di franchi (4,6 miliardi di Euro). Come in tutti i casi di prestito di denaro se il debito è elevato o cresce velocemente cala fisiologicamente la fiducia dei creditori nel riacquisire i propri capitali ceduti scoraggiando l'ulteriore credito con possibile effetto di mancata copertura del debito stesso da parte dello Stato; in queste condizioni, se cala la fiducia dei sottoscrittori dei titoli sulla capacità del debitore di pagare gli interessi e di restituire il, La seconda motivazione riguarda il cosiddetto ". Tuttavia la parte di debito allocato all'estero è in costante, anche se lenta, crescita. Negli anni seguenti l'economia elvetica ha conosciuto un nuovo ciclo favorevole, trainata soprattutto dal settore dei servizi (i cui addetti sono passati dal 36,9% della popolazione attiva nel 1950 al 53,4% del 1980). Anche se qualcuno morirà, pazienza”. Si tratta di warrant, che pagano l'interesse soltanto se la crescita del PIL misurata a fine anno (e non quella prevista) supera il 4,2%: il capitale, come per i normali titoli di Stato, è garantito al 100%, mentre non lo è la quota interessi ma questo impegno vale solo nella misura in cui lo Stato, come appunto fece la stessa Argentina, non dichiara default (cessazione dei pagamenti). Fortunatamente gli anni che seguirono (dal 1946 fino al 1973) furono caratterizzati da alti tassi di crescita economica in tutto il continente e il debito pubblico venne ridotto, entro il 1972, al 33% del PIL svizzero. A fine ottobre, lo stock del debito pubblico italiano è risultato salito al nuovo record storico dei 2.587 miliardi di euro, +3,2 miliardi rispetto a settembre. Per "debito pubblico" si intende quindi la somma dei debiti dell'amministrazione federale, dei 26 cantoni e dei 2596 comuni.[23]. Il 2 dicembre del 2001, in seguito alla votazione popolare, è stato approvato dall'84,7% dei votanti e da tutti i cantoni[28]. Documentazione del Dipartimento Federale delle Finanze (DDF), Freno all'indebitamento, Gazzetta ufficiale, settembre 2001. cfr nota 13, in milioni di franchi svizzeri e, per il, I falchi prendono il controllo della Bce e dichiarano guerra allo scudo anti spread di Lagarde, Grafico Eurostat Debiti pubblici degli Stati Europei dal '98 (calcolati in ecu prima del 1/1/1999), Contatore in tempo reale del debito pubblico dell'Italia, Contatore in tempo reale del debito disponibile degli Stati Uniti d'America, Contatore in tempo reale del debito disponibile della Francia, Contatore in tempo reale del debito disponibile in UK, Il debito pubblico italiano, sul portale RAI Economia, Economia d'Italia § Origine ed evoluzione del debito pubblico. Statistiche sull'Italia aggiornate in tempo reale: popolazione italiana attuale, economia, società, lavoro, media e comunicazione, costi della politica, sicurezza e giustizia, e salute. (miliardi di Lire, l'ammontare è indicato in Lire anche per gli anni in cui è entrato in vigore l'Euro). Banca d'Italia: il rapporto debito/Pil nel 2020 salirà ad oltre il 155,7%, Nel 2020 il debito pubblico pro-capite di ogni italiano salirà a 43.000 euro. Italia, per l’Ocse nel 2020 Pil a -9,1%. Nel 1945 l'economia svizzera si trovava in una condizione invidiabile: non aveva subito devastazioni, aveva un apparato industriale intatto e disponeva (unico paese insieme con gli Stati Uniti) di una valuta stabile e liberamente convertibile. Debito pubblico italiano 2020 cos'è, chi lo detiene, aumento Coronavirus Cresce il debito pubblico italiano nel mese di febbraio 2020, portandosi a quota 2.447 miliardi … Andamento del debito negli ultimi anni confrontato con il PIL (in milioni di €)[5][6][7][8]: Andamento mensile durante gli anni 2018, 2019 e 2020 (in milioni di €)[9]: Il conflitto mondiale, tuttavia, aveva privato la Svizzera dei suoi tradizionali mercati esteri e il clima d'assedio (soprattutto dopo la capitolazione della Francia nel 1940) aveva duramente condizionato anche l'economia elvetica, quasi impossibilitata a commerciare con il campo degli Alleati. 103 of June 26, 2013 a cura del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Inoltre come appare evidente dalla Statica Comparata del Modello Classico se la propensione all'investimento da parte delle imprese è inferiore alla propensione marginale al risparmio e le persone sono più interessate a investire in titoli piuttosto che a lavorare per cui risulta soddisfatta la disequazione: allora una diminuzione della spesa pubblica fa decrescere il PIL e il numero di occupati mentre fa crescere il tasso di interesse, pertanto il rapporto Debito/PIL tende ad aumentare. Il debito pubblico italiano è un problema perché da volano economico - che gli Stati usano per fare investimenti - è diventato da trent'anni una zavorra che ci tira a fondo e condiziona ogni singola … Il debito è costituito da biglietti, monete e depositi, titoli diversi dalle azioni, esclusi gli strumenti finanziari derivati, e prestiti. Italia: il debito pubblico segna un nuovo record nella rilevazione di settembre. Banca d'Italia: debito pubblico sale a 2.587 miliardi di euro. Il 9,58% è posseduto da altri residenti, mentre il restante 44,27% è allocato all'estero[12]. In conseguenza al default, più di 22.000 dipendenti pubblici s'erano ritrovati senza stipendio e musei, zoo, parchi e anche autostrade erano state chiuse per mancanza di fondi. l'Italia è stata declassata nell'ottobre 2006 perdendo la sua doppia AA dall'agenzia di rating Standard&Poor's che ha abbassato la sua valutazione da AA- ad A+.[10],[11]. Tra i fattori che hanno portato all'aumento del debito pubblico elvetico, il Dipartimento federale delle finanze (DFF) cita i deficit dei conti finanziari (durante la lunga crisi degli anni novanta), ma anche il risanamento (con la trasformazione in aziende pubbliche) de La Posta Svizzera (conclusosi il 1º gennaio del 1998) e delle Ferrovie Federali Svizzere (ultimato il 1º gennaio del 1999), nonché il necessario risanamento delle casse pensioni dei dipendenti di FFS, Posta e Confederazione.[26]. Il peso relativo dell’incremento del debito sarà diverso a seconda del ceto sociale di appartenenza, come diverse e più gravi saranno le conseguenze economiche sulle categorie meno abbienti, ma anche questa non è una novità. In ogni caso, numerose preoccupazioni assistono l'operatività in derivati che gli Stati sovrani pongono in essere nei mercati over the counter.[40]. Tutto ciò comporterà un forte calo dei redditi delle famiglie, soprattutto per quelle con redditi più bassi. I paesi con i maggiori debiti pubblici in rapporto al PIL sono in linea di massima i paesi più benestanti (Giappone, Canada, USA, paesi dell'Europa occidentale ed ora anche Brasile), per cui si può affermare che parte del loro benessere è finanziata dal resto del mondo e che il loro sviluppo economico è stato favorito dalla loro capacità di finanziarsi nel resto del mondo. Trader Link- 5 ore fa. Il debito … In quanto stato federale, la Svizzera conosce tre livelli di indebitamento pubblico: federale, cantonale e comunale. Is high public debt harmful for economic growth? In generale dunque uno Stato può avere un debito pubblico elevato, ma anche un PIL elevato (es. Quando il debito, dello Stato o di privati, è contratto con soggetti economici di stati esteri, si parla di debito estero, mentre quando è contratto con soggetti economici interni allo stesso Stato si parla di debito interno: normalmente entrambe le componenti sono presenti, in misura variabile, all'interno del debito pubblico di uno Stato. Il legame tra debito e crescita potrebbe infatti scaturire dal fatto che è la ridotta crescita economica a generare elevati livelli di debito pubblico, ad esempio per minor entrate statali dalla tassazione dei contribuenti a parità di spesa.[2]. L'Argentina, a seguito dell'impugnazione del suo debito, ha istituito una particolare modalità di finanziamento del debito pubblico, con la quale emette dei titoli di debito più complessi dei tradizionali bond. Fonti: bancaditalia.it e wallstreetitalia.com. Ha raggiunto (e superato, nonostante politiche di bilancio restrittive) i 15.000 miliardi nel marzo 2013 ed i 14.000 miliardi il 31/12/2010; in precedenza era arrivato a 13.000 miliardi il 01/06/2010. 5). Andamento del debito pubblico svizzero negli ultimi anni confrontato con il PIL (in milioni di franchi): Tra il 2010 e il 2011 nell'ambito della grande recessione si è conosciuto l'allargamento della crisi ai debiti sovrani e alle finanze pubbliche di molti paesi (in larga misura gravati dalle spese affrontate nel sostegno ai sistemi bancari, senza penalizzarli per esser stati una delle maggiori cause della crisi), soprattutto dell'eurozona, che in alcuni casi hanno evitato l'insolvenza sovrana (Portogallo, Irlanda, Grecia, Cipro), grazie all'erogazione di ingenti prestiti (da parte di FMI e soprattutto UE), denominati "piani di salvataggio", volti a scongiurare possibili default e alla realizzazione nell'Unione europea del cosiddetto fondo salva-stati. Debito pubblico italiano in calo a 2.409 miliardi Secondo quanto comunicato dalla Banca d'Italia al 31 dicembre 2019 il debito pubblico era calato a 2.409 miliardi di … Invia. VERGOGNATEVI POLITICI DA QUATTRO SOLDI FALSI PER GIUNTA state rovinando l’Italia. Il debito pubblico della Germania è il quattordicesimo dell'Unione Europea, stimato del 64,1% del PIL secondo Eurostat (dati aggiornati al 6 giugno 2018)[21]. In termini assoluti, nel 2004 il debito pubblico svizzero (suddiviso fra Confederazione, Cantoni e Comuni) era pari a 239 miliardi di franchi svizzeri (159 miliardi di euro), di cui 130 imputabili alla Confederazione. Gli investitori possono esercitare un ruolo determinante nella politica economica degli Stati, in ragione degli stock di debito posseduti, tramite la compravendita di titoli all'asta pubblica o nel mercato secondario (per un rifinanziamento oppure per acquisire nuovi titoli di debito). La presenza di un debito nei conti pubblici impone da parte dello Stato e/o degli enti pubblici locali e territoriali, oltre alla sua copertura finanziaria nei tempi e modalità di scadenza prestabilite dai titoli stessi compresi gli interessi costituendo di fatto una delle voci di spesa pubblica, la necessità di tenere sotto controllo il debito pubblico per non cadere nella insolvenza sovrana ovvero nel fallimento dello stesso, tipicamente: Il debito interno si contrae quando lo Stato emette titoli di stato a favore degli acquirenti pari alla quantità di moneta corrisposta sulla quale emissione paga il valore nominale più gli interessi stabiliti dai mercati sugli stessi titoli di stato. Statistiche sul debito pubblico italiano: detentori, durata media e scadenze dei titoli (1960-2019) Scritto il Maggio 24, 2020 da Luca P. Vediamo l’andamento di lungo periodo di alcuni dati statistici che rispondono alle più comuni domande sul nostro debito pubblico.