Una mattina Gemma lascia a terra la sua vita ordinaria e sale su un aereo, trascinandosi dietro un figlio, Pietro, un ragazzo di sedici anni. In secondo luogo, se la prima opera fruita ha suscitato entusiasmo, spesso è la paura [...] Non avevo letto il libro della Mazzantini per cui non ne conoscevo la trama: una storia complicata, terribile, con colpi di scena che fino alla non svelano la verità; una storia raccontata bene, delineando bene i personaggi senza indugiare sugli aspetti più sanguinosi scivolando in un facile voyersimo. Tutte le più belle frasi del libro Venuto al mondo dall'archivio di Frasi Celebri .it Consiglio di vederlo anche a coloro che hanno letto il libro, perchè è un film che non delude le aspettative. Tutto infatti è folle, sopra le righe, al limite dell'assurdo nella storia d'amore tra Gemma e il fotografo Diego sullo sfondo [...] Non solo. attori bravi, anche il giovane Castellitto. 2:06. E’ il filo rosso che, superando le divaricazioni indotte da varie circostanze e personaggi, percorre il romanzo di Margaret Mazzantini che si intitola "Venuto al mondo". Se ci si aggiungono alcune scelte musicali perlomeno discutibili (a partire da un'"Ave Maria" di Schubert che si sovrappone al contesto senza aderirvi) si comprende come l'operazione (in cui si sente comunque l'onestà intellettuale e la partecipazione di tutti, Castellitto in primis) sia riuscita solo in parte. Vai alla recensione », Venuto al mondo .. diretto da Sergio Castellito(2012)...Trama intrigante , fotografia a dir poco sublime , scenografia modesta , cast oserei definirlo perfetto. particoarmente inutili le musiche che risultano stucchevoli e banali, Per essere corretto devo subito dire che il film non è del genere che mi piace e che sono andato a vederlo (oggi 8 novembre) solo perchè "costretto" da terzi. Come per Non ti muovere , è lecito preferire la scrittura registica allo script , zeppo di fatti, peripezie, passioni, sentimenti: un vero "melodrammore" come e più degli altri. Gemma e Diego, la cui storia d'amore si dipana lungo le strade di Sarajevo durante l'atroce conflitto del 1992, sono una coppia che non può avere figli e decide, così, di affittare un utero, quello di Aska per mettere al mondo il loro Pietro. Tutto inizia da una storia, una di quelle storie che bisognava raccontare in qualche modo. Il regista Castellitto sa come gestire questo coacervo di sentimenti e pulsioni irrazionali. Ma la continua ricerca di frasi ad effetto in stile "aforismi per facebook" e i colpi di scena improbabili arrivano a rendere il film tragicomico. Perché a situazioni di grande forza espressiva se ne giustappongono altre che, se hanno una loro logica e forza sulle pagine di un romanzo, le diluiscono in retorica una volta portate sullo schermo. Un film Vai alla recensione », Sergio Castellitto senz'altro parte da buone intenzioni, ma non riesce a tradurre tutto ciò in un prodotto cinematografico armonico. È la seconda volta dopo "Non muovere" che Sergio Castellitto si ispira come regista a un romanzo di sua moglie, Margaret Mazzantini, sceneggiandolo insieme con lei, ed è la seconda volta che per il personaggio femminile al centro si rivolge a Penélope Cruz. Un film forte con una storia di sfondo poco conosciuta che sconvolge poiché talmente recente, talmente vicina che ti rende partecipe. Nell'aprile 2014, in prima visione su Sky Atlantic, è andata in onda una versione estesa della pellicola, divisa in cinque capitoli: Amore, Maternità, Guerra, Separazione e Pace. Se non l'avete mai sentita nominare prima è perché mi è venuta in mente ora. Ci vorrebbe Buster Keaton per raccontare certe storie si dice nel film e l'icona del grande attore/regista viene anche direttamente evocata. Un inno alla libertá di amare, alla libertá di vivere senza la schiavitù del pregiudizio, del destino avverso e della guerra! Vai alla recensione ». "Venuto al mondo" aspira alla spendibilità internazionale, grazie a un cast che unisce titolatissimi come Penelope Cruz, Emile Hirsch e Jane Birkin a attori meno rodati come il pur bravo Pietro Castellitto, ma anche con la Guerra in Yugoslavia, sfondo storico vagamente hughiano a un intreccio di drammi personali che si vogliono segnata da un destino impietoso e "sdentato", per dirla con Gojko. 10 punti alla risposta migliore. In Italia viene distribuito da Medusa Film l'8 novembre 2012. Decisamente il suo miglior film ... effettivamente è stata una spettacolare sorpresa , il miglior film degli ultimi anni , ma gli manca qualcosa, lo svolgimento delle [...] Si tratta di una storia incredibilmente intensa e travolgente in quanto racconta dell’amore più [...] ), questa è la roba che il pubblico vuole Vai alla recensione », Dopo la stupenda prova offerta in “Non ti muovere”, tentare di ripetere una alchimia così ben riuscita avrebbe potuto apparire come un tentativo velleitario ma Sergio, Margaret e Penelope sono riusciti nella temeraria impresa. I ciak proseguiranno fino a dicembre, all'esterno tra [...], Parte stasera la 6. edizione del Festival del Film di Roma, in programma dal 27 ottobre al 4 novembre all'Auditorium Parco della Musica. Eccezionale la Cruz, bravo il figlio di Castellito, un pò meno Sergio, ma questo lo sappiamo: 3.5 di 5. Più che un film...una poesia! Il film è una co-produzione internazionale tra Italia e Spagna, sostenuta del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC). Ma se il libro è un best seller e lo ha scritto sua moglie Margaret Mazzantini, allora il [...] Vai alla recensione », È noto che per restare fedele a un romanzo a volte il cinema deve «tradirlo», un compito che può risultare impervio se a sceneggiare il film è l'autore del libro come nel caso di Venuto al mondo, ispirato al best seller di Margaret Mazzantini che ne ha scritto l'adattamento a quattro mani con il regista, Sergio Castellitto. Venuto al mondo è un romanzo di Margaret Mazzantini, pubblicato nel 2008 e vincitore del Premio Campiello 2009. Apri il messaggio e fai click sul link per convalidare il tuo voto. Venuto al mondo è un romanzo ricchissimo di dettagli e di colpi di scena: una storia in cui Margaret Mazzantini ci insegna a non dare mai nulla per scontato, perché, in un attimo, tutto può cambiare. Ma la storia si complicherà terribilmente, proprio a causa della guerra. Rispondi Salva. L'occasione è l'invito che le ha fatto Gojko, poeta estroverso e un tempo sua guida in Bosnia, per una mostra fotografica sulla guerra. Tema attualissimo trattato molto bene. La quarta regia di Sergio Castellitto conferma la sua bravura sia con gli attori che con la narrazione di storie non certo facili. Roma, "Mio figlio venuto al mondo senza nessuno che lo abbracciasse". INTER NOS WEB COMMUNICATION 62,596 views. In un attimo, possiamo scoprire che niente di ciò che per anni abbiamo avuto accanto, era davvero così come appariva. Dietro la macchina da presa anche Roberto Ciccutto che firmerà con Castellitto e Luigi Musini pure la sceneggiatura. Non c’erano ponti per lei, c’era un fiume che scorreva, e lei cercava un appoggio nell’acqua, una pietra affiorante, qualcosa. Pietro è figlio di un amore incontrollato, di una volontà materna illimitata che si batte contro l'etica sfiorando la sua stessa essenza. «Venuto al mondo» si rivolge al pubblico senza veli ossia proponendogli [...] Quindi tra Diego e Aska non c'è stato mai nulla? e quindi complimenti alla ditta Castellitto/Mazzantini. Venuto al mondo - Un film di Sergio Castellitto. Venuto al mondo è disponibile a Noleggio e in Digital Downloadsu TROVA STREAMING Venuto al Mondo, Margaret Mazzantini Era una creatura leggermente scollata dalle cose, come se tra lei e il resto intorno ci fosse sempre un piccolo vuoto da attraversare, da violentare. . su IBS.it. Nel 2009 Gemma decide di partire dall'Italia per Sarajevo portando con sé il figlio adolescente Pietro; all'aeroporto viene accolta dall'amico fraterno Gojko, un poeta bosniaco che ai tempi delle Olimpiadi invernali del 1984 le fece conoscere il fotografo Diego, con cui lei visse un'appassionata storia d'amore, sebbene tormentata dalla scoperta della propria sterilità e dal ricorso alla maternità surrogata di una ragazza bosniaca. EDIZIONE, Venuto al mondo, l'amore appassionato di Penelope Cruz, Undine, la video recensione del film di Christian Petzold, Un affare di famiglia, la video recensione, The Story of Movies - Episodio IX: Calcio e campioni, The Story of Movies - Episodio 8: Il thriller italiano, The Story of Movies VII: Jung Woo-Sung, 100 anni di cinema coreano, The Story of Movies - Episodio 6: Enzo D'Alò, il cinema d'animazione, The Story of Movies - Episodio 5: Il comico italiano, The Story of Movies - Episodio 4: Italian families, La vita straordinaria di David Copperfield, Trash - La leggenda della piramide magica, Palm Springs - Vivi come se non ci fosse un domani, Libere disobbedienti innamorate - In Between, A proposito di Rose, un personaggio vitale per riflettere sul senso di responsabilitàÂ, I Cassamortari, finite le riprese del film, FAREASTREAM, un omaggio a Kim Ki-Duk e i nuovi arrivi del weekend, Marie Curie, su IBS il dvd sulla scienziata polacca due volte premio Nobel, Tribes of Europa, il teaser trailer italiano della serie [HD], Il coraggio fisico e metafisico di Jorge Mario Bergoglio, il Papa uomo, Jurassic World - Nuove avventure, il trailer della stagione 2 [HD], Cops - Una banda di poliziotti, un cast di volti comici amatissimi dal pubblico, Disincanto, il trailer della stagione 3 [HD], Stasera in TV: i film da non perdere di mercoledì 16 dicembre 2020, On Pointe - Sogni in ballo, il trailer italiano della serie tv [HD]. In ogni caso leggerò il libro per capire la psicologia dei personaggi che, nella pellicola, è pressochè nulla. Ok, idea interessante. Tratto dall'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini, il film che riunisce Penelope Cruz e Sergio Castellitto dopo il successo di Non ti muovere. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta l'8 dic 2020 alle 18:27. Il viaggio riaprirà vecchie ferite mai sanate e darà origine a sconvolgenti verità e ricordi. Gemma (Penélope Cruz) s'innamora del fotografo Diego (Emile Hirsch), ma scopre di essere sterile. Castellitto ripropone ancora un film tratto dai romanzi della moglie. Chi le ha scritte spesso non è che un imbecille, ma quel giorno che le ha scritte ha “sentito” meglio di una persona intelligente». Vai alla recensione ». Venuto al mondo di Margaret Mazzantini Sono la 123° a dire la mia su questo libro, che ha letteralmente spopolato e la cosa mi mette un po’ a disagio, ma ci tengo a farlo. Genere Drammatico, Voglio dire che amo lo stile di questa scrittrice e il modo in cui sonda l’animo umano, per cui per … Venuto al mondo sotto una pioggia di granate, sotto un tetto di un'illusione interposta ad una cruenta verità. Merito che, senza tantissime superbe recitazioni, non sarebbe stato certamente raggiunto; prima fra tutte l’interpretazione di Penelope, donna [...] Tratto dall'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini, Venuto al mondo è il nuovo film diretto da Sergio Castellitto, che torna alla regia dopo l'eccentrica commedia La bellezza del somaro. Venuto al mondo è l’ultimo film di Sergio Castellitto, tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mazzantini.. E’ un film di pancia, un dramma intenso che emoziona fino alle lacrime, un percorso di vita che abbraccia circa un ventennio.. Una pellicola che parla innanzitutto d’amore. - MYmonetro 2,47 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari. Perché Pietro Castellitto (suo figlio) è un bravo attore che sa dare una buona dose di naturalezza al suo personaggio. Venuto al mondo è un film del 2012 diretto da Sergio Castellitto, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini. Attenzione. Non certo metterci il carico da 90 con un regista generoso e aggressivo (nel senso buono, è uno che azzanna le storie, non le accarezza) come Sergio Castellitto. Vai alla recensione », Devo dire che è l'unico film che, ripreso da un libro, renda bene le emozioni provate durante la lettura. Fa da sfondo principalmente alla vicenda il paesaggio e la guerra in Bosnia e direi che la parte migliore del film, che peraltro nel suo insieme si svolge praticamente come un romanzo d' [...] Vai alla recensione ». Nel 2009 Gemma decide di partire dall'Italia per Sarajevo portando con sé il figlio adolescente Pietro. Ogni personaggio ha sacrificato la propria esistenza per la felicità di un bambino senza colpe nato dall'odio e cresciuto nell'amore e fa capire quanto sia poco importante il legame di sangue rispetto al vincolo che si crea in una famiglia adottiva. Vedo questo film come un vero capolavoro per l'intreccio della storia per altro molto coinvolgente, la scenografia, la sceneggiatura, l'interpretazione di Penelope Cruz a dir poco fantastica, il sonoro, non c'è nulla di stonato! Gemma si reca con suo figlio nella Sarajevo devastata dalla guerra. Purtroppo, il prodotto finale risulta poco ispirato e convincente, il film appare poco emozionante -nonostante sia ambientato in buona parte a Sarajevo durante il massacro perpretato negli anni '90 dai serbi bosniaci- e meno intenso di [...] distribuito da Medusa. Ma la battuta naturalmente vale per tutto il film, che d'amore e d'assurdo letteralmente (deliberatamente) trabocca. C'è l'amore sostenuto da una passione travolgente (Gemma e Diego). ...bellissimo film, corale, emotivo, accattivante, commovente e entusiasmante. Emile Hirshe eccezionale da oscar! Evidenzieremo il riassunto del libro “Venuto al mondo”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Com'è difficile restare indifferenti alla prosa di Margaret Mazzantini - che ci si lasci trasportare e anche travolgere dal suo gusto forte o che, come fanno quelli che hanno l'aria di saperla lunga, si ostentino alzate di sopracciglio - così sarà difficile restare indifferenti, sottrarsi all'emozione vedendone la traduzione cinematografica firmata dal marito Sergio Castellitto. - Italia, Recensione di Venuto al mondo per le scuole superiore in cui vengono descritti la trama, il commento e i personaggi della storia come Gemma e Pietro. La giornalista (italiana!) Venuto al mondo. Ambientato tra Roma e Sarajevo un'altra storia su un tema ricorrente nel nostro cinema, la sterilità riproduttiva,. Ho l'impressione che si confondano le categorie perchè il film di Castellitto è davvero diretto con grande padronanza e si avvale di una Penelope Cruz in stato di grazia. Vai alla recensione », Non so perché l'abbiano criticato ma questo film in un paese libero sarebbe considerato patrimonio dell'umanità. Per un autore, la scelta di usare uno sfondo forte come per esempio l'Olocausto crea un debito morale che è direttamente proporzionale sia al peso di quella tragedia nell'immaginario collettivo sia alla distanza culturale e personale tra l'autore e i fatti raccontati. Innamorato del libro di sua moglie e … Fontana di Sarajevo Original by Eduardo Cruz (Twice Born) Venuto al mondo - Volver a Nacer - Duration: 4:33. Non ho letto il romanzo e, pertanto, non posso sapere se- già nella concezione originale della Mazzantini- "Venuto al mondo" fosse così morboso e pretenzioso nel voler intrecciare il dramma di una donna sterile, un amore difficile, la terribile guerra in Yugoslavia, morti tragiche e la ricerca di identità  di un ragazzino (Pietro, figlio della protagonista) nato [...] Se hai una Smart TV tutti i contenuti on demand di Mediaset Play potrai vederli anche sulla tua tv di casa. Si parte dalla Sarajevo del 1984, per arrivare, tra continui flashback, nella Roma dei giorni nostri. Il film ha per protagonisti Penélope Cruz e Emile Hirsch. C'è una legge della narrativa ferrea come quella di Newton. Ho trovato questa pellicola un film per menti dalla sensibilità grossolana e infantile, un [...] La location della scena finale non è Curzola (come riportato nella rassegna stampa) ma è Plocica, un piccolo isolotto a nord di Curzola.[1]. Film mediocre con un'incomprensibile e interminabile parte iniziale. Però, a giudicare dai commenti che leggo qui (che addirittura inneggiano al CAPOLAVORO!!! Venuto al mondo. Non riuscendo ad avere un figlio dall'amato Diego, lo induce a far l'amore con la bella Aska e si appropria del bambino che nascerà, ignara del terribile segreto che sta a monte di quella gravidanza. Vai alla recensione ». Il quarto film come regista di Sergio Castellitto è così complesso sul piano della scrittura che potremmo definirlo un film matrioska. 127 min. con Penélope Cruz, Emile Hirsch, Adnan Haskovic, Pietro Castellitto, Saadet Aksoy. E poi vuoi mettere le tettone tanto esibite della Cruz. Uscita cinema giovedì 8 novembre 2012 VENUTO AL MONDO regia di Sergio Castellitto con Penélope Cruz, Emile Hirsch, Sergio Castellitto, Jane Birkin, Mira Furlan, Branko Djuric, Sanja Vejnovic, Isabelle Adriani, Juan Carlos Vellido, Luna Mijovic, FilmScoop.it vota e commenta film al cinema Complimenti a Castellitto e viva il cinema italiano ! Il festival si concentrerà sull'ultima produzione del cinema italiano (56 i film made in Italy presenti alla kermesse), [...]. Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini. Una regia ben fatta. Il film è una lezione di sentimenti e di profondità in tutti i temi che tratta. Giancarlo Zappoli, VENUTO AL MONDO, L'AMORE APPASSIONATO DI PENELOPE CRUZ, FESTIVAL DI ROMA, AL VIA OGGI LA 6. É la storia di un amore, é la storia dell'amore, quello vero, é l'amore della coppia, é l'amore dei genitori, é l'amore dei figli, é l'amore degli amici...&eacut [...] Un film eccezionale, curato alla perfezione in ogni minimo dettaglio: regia, trama, recitazione, musica. Però inserito in un film in cui suo padre si ritaglia il ruolo del genitore adottivo gli assomiglia fisiognomicamente troppo finendo per risultare fuori posto in una vicenda in cui paternità e maternità sono così determinanti. Vai alla recensione », Ho trovato il film bellissimo.